Mercato Europa, vendite in calo ad aprile (-6,8%). Fca flette ma aumenta la quota (7,3%)

TORINO - Nel mese di aprile nell’Europa dei 28 più Paesi Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono state vendute 1.230.235 auto, il 6,8% in meno dello stesso mese del 2016. Una flessione - spiega l’Acea, l’associazione dei costruttori europei - dovuta soprattutto al fatto che quest’anno Pasqua è caduta nel mese di aprile. Resta positivo il bilancio dei primi quattro mesi dell’anno: le immatricolazioni sono state 5.487.695, con una crescita del 4,5% sullo stesso periodo 2016.

La maggior parte dei principali mercati europei - spiega l’Acea - ha registrato un calo della domanda in aprile, in particolare il Regno Unito con una flessione a doppia cifra (-19,8%), seguito da Germania (-8%), Francia (-6%) e Italia (-4,6%). Solo la Spagna è cresciuta sia pure con un lieve incremento (+1,1%). Nei quattro mesi 2017 sono in crescita tutti i mercati: Italia (+8%), Spagna (+6,1%), Germania (+2m5%), Francia (+2%) e Regno Unito (+1,1%).

Fiat Chrysler Automobiles rallenta in Europa: nel mese di aprile le immatricolazioni nei 28 Paesi Ue e in quelli Efta sono state circa 89.300, in calo dello 0,5% sullo stesso mese del 2016, una flessione molto più contenuta di quella del mercato (-6,8%). Il gruppo è quarto costruttore per vendite nel continente, con una quota del 7,3%, in crescita dello 0,5%. Nei primi quattro mesi dell’anno Fca ha venduto 392.400 vetture, il 10,8% in più dello stesso periodo 2016, oltre il doppio della crescita del mercato (+4,5%). Vero e proprio exploit per Alfa Romeo, con una crescita delle immatricolazioni in aprile del 52,2% grazie a Giulia e Stelvio. Lo sottolinea Fca in un comunicato nel quale spiega che «la Stelvio ha già conquistato nel Paese la corona di vettura più venduta della sua categoria (con una quota dell’11,8%) e le sue immatricolazioni sono in costante crescita in tutta Europa». Panda e 500 - aggiunge l’azienda - dominano le vendite tra le city car, con una quota del 29,4% del segmento. Crescono anche la 500L, la più venduta del suo segmento con il 28,5% di quota - e registrano risultati positivi la 500X e la Jeep Renegade, stabilmente nelle posizioni di vertice del loro segmento. Continua a crescere anche la Tipo che in Europa si sta avvicinando rapidamente alle prime posizioni del segmento C.

«Nonostante l’effetto calendario (due giorni lavorativi in meno valgono circa 10 punti percentuali), il mercato mantiene la propria effervescenza nell’area delle immatricolazioni a società, mentre iniziano a flettere gli acquisti dei privati e non sembra solo per un effetto mix canali di vendita». È il commento di Michele Crisci, presidente dell’Unrae, l’associazione delle case estere. «Così, grazie a un primo trimestre già più alto delle aspettative e al miglioramento dello scenario macroeconomico atteso per i prossimi mesi - spiega - la previsione elaborata dal nostro Centro Studi e Statistiche indica un totale anno a 1.996.000 vetture, in crescita del 9,3%, con circa 170.000 unità aggiuntive rispetto alle 1.825.700 vetture dell’intero 2016. Il mercato sarà caratterizzato, nell’anno, da un aumento della componente vendite a società e noleggio rispetto a quella dei privati, grazie al contributo di Superammortamento e Legge Sabatini per l’acquisto di beni strumentali che stanno incentivando gli investimenti delle aziende». Dopo 2 anni consecutivi di incrementi intorno al 16%, quindi, il mercato auto nel 2017 tornerebbe a sfiorare il livello di 2 milioni di immatricolazioni totali, un volume di vendite che torna a superare quello del lontano 2010. «Il buon recupero del mercato dell’ auto in Italia - conclude Crisci - consente di guardare con maggior coraggio e determinazione alle nuove sfide della mobilità e all’introduzione di tutta l’innovazione tecnologica già disponibile nel settore automotive, la nuova e vera sfida per il ringiovanimento del parco circolante per il miglioramento dell’ambiente in cui viviamo e della sicurezza».
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Martedì 16 Maggio 2017, 10:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003