Mini Countryman, più grande in tutto e ora anche ibrida-plug-in

di Nicola Desiderio
LOS ANGELES - Mini Coutryman, al Salone di Los Angeles arriva anche il suo turno così il Suv britannico si rinnova completamente e va a completate la gamma della terza Mini dell’era moderna, aggiungendosi alla 3 porte, alla Cabrio, alla inedita 5 porte e alla Clubman, ma soprattutto introducendo per la prima volta nella storia del marchio di Oxford una versione elettrificata.
 
 


Venti cm e tanto bagagliaio in più. La nuova Mini Countryman nasce sulla piattaforma UKL ed è lunga 4,3 metri, dunque ben 20 cm in più di quella uscente, che ha come conseguenza un netto aumento dell’abitabilità, dell’accessibilità, grazie ad un maggior angolo di apertura delle portiere, e del vano bagagli, dotato di portellone elettrico e di divano posteriore 40/20/40 traslabile longitudinalmente per 13 cm così da poter modulare lo spazio per passeggeri e bagagliaio la cui capacità varia da da 450 a 1.390 litri con un guadagno massimo di ben 220 litri rispetto alla precedente Countryman. Ci sono anche il Picnic Bench, la panchetta tipicamente britannica per fare merenda in campagna seduti sul bordo del vano di carico, e il Country Timer che segnala quanto tempo si passa in fuoristrada, analogamente a quanto avviene sulla Cabrio per misurare il tempo trascorso a vettura aperta. Il Find Mate permette invece di trovare più velocemente oggetti come chiavi e borsa all’interno della vettura.

Più pratica e va ancora più forte. La Mini Conutryman è disponibile ovviamente in varie tinte tra cui le inedite Island Bleu e Chestnut e del kit All4 con barre portatutto sul tetto. Inedita anche la combinazione dei fari con quelli diurni che avvolgono il perimetro delle parabole e possono essere anche a Led. Oltre allo spazio maggiore, l’abitacolo offre inoltre più funzionalità, in particolare sulla console centrale dove sono stati ricavati nuovi e comodi vani grazie al freno di stazionamento elettrico e mantenendo la tipica disposizione dei comandi Mini, compresa la manopola di controllo per il sistema infotelematico di bordo con schermo da 8,8 pollici sistemato nel grande quadrante rotondo centrale circondato dall’anello luminoso multicromatico. La gamma motori comprenderà all’inizio il 3 cilindri a benzina da 136 cv, il 2 litri da 192 cv della Cooper S (0-100 km/h in 7,2 s.) e il diesel 2 litri da 150 cv o 190 cv. Tutti con cambio manuale o automatico a 6 o 8 rapporti e trazione anteriore o integrale.

La prima Mini ibrida plug-in. La vera novità è che la Countryman sarà la prima Mini ibrida plug-in. Il sistema sfrutta il già citato tricilindrico a benzina, con cambio automatico a 6 rapporti, e un elettrico da 65 kW collegato alle ruote posteriori per un totale di 224 cv e 385 Nm. La batteria agli ioni di litio da 7,6 kWh si ricarica in 2 ore e 15 minuti dalla presa domestica e un’ora in meno con la wallbox da 3,6 kW. La Countryman ibrida plug-in ha un’autonomia di 40 km e raggiunge 125 km/h ad emissioni zero con un consumo omologato di 2,1 litri/100 km pari a 49 g/km di CO2. Altro inedito per Mini è il Driving Assistant, il sistema che integra il sistema di frenata autonoma con riconoscimento pedoni regolando la velocità tenendo conto anche della segnaletica stradale. La nuova Mini Countryman sarà tra poco nei concessionari con un prezzo che parte da 27.450 euro.


 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Giovedì 17 Novembre 2016, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Un flash della recente storia italiana attraverso la storia della Piaggio. Al pari di altre grandi aziende come Fiat e Pirelli, la società di Pontedera ha legato la sua evoluzione e i suoi...
Toyota al salone di Ginevra 2017. Intervista ad Andrea Carlucci
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
NUOVE REGOLE UE
Due seggiolini con lo schienale
ROMA - “Ad oggi non è prevista alcuna sanzione per chi continuerà a usare i...
SICUREZZA AL VOLANTE
Il manichino big size
ROMA - Anche i crash test dummies, i manichini usati per provare la sicurezza dei veicoli, si...
TEST AUSTRALIA
Maverick Vinales domina anche la terza giornata di test in Australia
PHILLIP ISLAND - Maverick Vinales ha dominato anche il terzo giorno di test della Motogp sul...
IL NUOVO GIOIELLO
La Ferrari SF70H
MARANELLO - Si chiama SF 70 H, dove la h sta per la motorizzazione Hybrid, la Ferrari che...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003