Seat Leon Cupra, 300 cv per un divertimento assicurato. E la ST anche a trazione integrale

di Mattia Eccheli
BARCELLONA – Moltiplicando due litri per 300 cavalli (dieci più di prima), si ottiene una Cupra ancora più divertente da guidare. Seat ha trasferito sul proprio modello più venduto, la Leon (prima in Spagna con 33.653 unità immatricolate, aggiudicandosi così il testa a testa con Ibiza, staccata di circa 1.700 esemplari), un'evoluzione del turbo TSI già adottato su diverse altre vetture del gruppo e varie in diverse potenze. Sulla variante da competizione di Leon Cupra, la Evo Racer, arriva a 350 cavalli (venti in più rispetto a prima).

In Italia, dove l'auto è già ordinabile anche se arriverà negli showroom con la primavera, le tre versioni (SC a tre porte, a cinque porte e ST, cioè Wagon) a due ruote motrici verranno proposte allo stesso prezzo, 36.600 euro. Tutte equipaggiate con la raffinata trasmissione automatica DSG, che assicura cambiate rapide e puntuali e che si riprende i giri scalando quando occorre. Senza tentennamenti. Lo confermano le tornate sul movimentato circuito catalano di Castellolì e la prova lungo una vecchia strada che costeggia la nuova C-37. Un tortuoso ed irregolare “budello” ricamato di curve lungo le quali sia con la Cupra a 5 porte sia con la wagon si riescono a disegnare con precisione le traiettorie, anche grazie il supporto dello sterzo progressivo e malgrado il terriccio (ancora più divertente).

La trazione integrale (altra novità) arriverà in Italia con la familiare prima dell'inverno, giusto in tempo per affrontare fondi più impegnativi. Oltre che per l'assetto (peraltro regolabile su diverse impostazioni, da Comfort fino a Cupra), le due versioni si distinguono anche per il sound, che sulla ST è meno “spinto”, ma sempre gradevole. Con i suoi 380 Nm di coppia (prima erano 350), i suoi 250 chilometri orari di velocità massima (meglio glissare sulla facilità con la quale si raggiungono vietatissime andature oltre i duecento lungo tratti in cui il limite è un terzo) ed il suo spunto da 0 a 100 km/h in di 5,6 secondi, la versione più sportiva della gamma (che è anche la più potente mai prodotta di serie a Martorell) consente a chi ne ha voglia di guidare “fuori dagli schemi” (e dal codice della strada). La Leon Cupra si presta bene anche ad utilizzi decisamente meno spregiudicati.

Ben equipaggiata, molto è di serie, questa Cupra è l'espressione del lavoro che Cupra, acronimo di Cup Racing, porta avanti da 20 anni. Nel solo 2016 le varianti Evo Racer da corsa sono state vendute in 220 esemplari in 25 di paesi 4 continenti con un prezzo che a seconda del cambio oscilla tra i 95.000 ed i 115.000 euro. I numeri dicono che è un modello di successo: 57 gare vinte su 120 cui ha preso parte con il 92% delle vetture iscritte arrivate al traguardo. È oltremodo affidabile, insomma. E per il 2017 il programma, anche italiano, della piattaforma TCR è fittissimo: 21 campionati, 119 eventi per un totle di 230 gare in 28 paesi.

Le misure esterne sono comprese tra i 4,246 metri di lunghezza della tre porte (la meno richiesta nel Belpaese) ed i 4,458 della station wagon. In Italia la 5 porte è quella che “tira” di più: arriva a 4,281 metri e da sola vale i due terzi dei volumi del modello. Tra le altre cose sono standard lo spoiler posteriore, cerchi in lega Cupra Machined da 19 pollici, doppio terminale di scarico ovale, sedili sportivi anteriori rivestiti in Alcanara, sistema di navigazione con touch screen da 8'', Seat Full Link, controllo dinamico dell'assetto ed i sensori di parcheggio posteriori. A richiesta, su Leon Cupra, la casa spagnola offre il crusi control adattativo, il Navi Plus Pack con tanto di ricarica wireless dper lo smartphone ed il tetto panoramico aprile a scorrimento elettrico.
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Venerdì 17 Febbraio 2017, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003