Wrc, Citroen rientra dopo l'anno sabbatico passato a sviluppare la nuova C3 Plus

di Claudio Margarita
MONTECARLO – Il ritorno di Citroen al WRC è come la sfilata di una star lungo la Croisette durante il Festival di Cannes. Prima di concedersi dodici mesi, quelli appena trascorsi, per sviluppare la nuova vettura, la casa francese aveva conquistato 26 titoli mondiali in sedici anni tra piloti, navigatori e costruttori: il planning di gestazione più breve della storia di Citroën Racing. Con la nuova C3 WRC Plus i manager del Doppio Chevron contano di allungare la lista di successi. “L’auto sembra ben riuscita e tecnicamente omogenea – ha spiegato il direttore della suderia, Yves Matton - ma è necessario confrontarla con le rivali”.
 
 


Al gara di Montecarlo – che tra il 2003 ed il 2013 ha vinto sette volte grazie a Sébastien Loeb – schiererà due delle tre auto che ha iscritto al World Rally Championship. Quella dalle quale si aspetta molto è affidata a Kris Meeke (navigato dall'irlandese Paul Nagle), il 37enne britannico che nel 2015 fu l'unico pilota non Volkswagen a vincere un rally mondiale e che nel 2016, malgrado l'impegno nel collaudare la vettura per la nuova stagione, ha preso parte a 7 tappe conquistando due successi. L'altra C3 al via in Costa Azzurra è guidata da Stéphane Lefebvre (Gabin Moreau come co-pilota). Il terzo equipaggio è composto dall'irlandese Craig Breen e dal britannico Scott Martin e debutterà nella seconda prova del WRC. Almeno per quattro delle prime cinque uscite, il team Citroën Total Abu Dhabi WRT correrà con due sole macchine.

“I nostri equipaggi useranno due approcci diversi – ha anticipato Matton - Kris ha dimostrato lo scorso anno di avere i numeri per vincere questo rally. Ma c’è differenza tra una sessione di prove, portata avanti per un’intera giornata, e quattro giorni di rally con due passaggi di ricognizione”. Per il 24enne Lefebvre, l'obiettivo è diverso: “Vogliamo portarlo a battersi per la vittoria, ma prima è necessario un periodo di apprendimento, in particolare durante la prima metà della stagione”, ha precisato il manager.

La nuova C3 WRC Plus misura poco meno di 4,13 metri di lunghezza. Anch'essa è stata messa a punto sfruttando al massimo il nuovo regolamento, cioè con un motore turbo (Citroen ha scelto quello da 1.6 litri) che arriva fino a 380 cavalli, ma che si ferma a 400 Nm di coppia. Le gomme sono Michelin, come quelle di tutti gli avversari ad eccezione di Elfyn Evans (M-Sport) che monta Dunlop.
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 18 Gennaio 2017, 19:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003