Ford, Chianese: «Ad ognuno la sua Fiesta. Active, Vignale o ST ce n'è una per tutti»

di Mattia Eccheli
GINEVRA – Classe '70, Domenico Chianese è il numero uno di Ford Italia da 5 anni e vive sulla cresta dell'onda grazie al successo dell'Ovale Blu. Che con la nuova Fiesta vuole continuare a giocare un ruolo da assoluto protagonista: «È un modello di successo da quarant'anni», sorride il manager romano. «È una macchina fondamentale con la quale siamo sempre stati primi o primissimi, in Europa e in Italia», aggiunge. Nel Belpaese, dove la metà delle auto immatricolate misura meno di 4 metri, è un modello che vale da solo il 40% dei volumi di Ford.
 
 


La nuova Fiesta è qualcosa di più di una “semplice” nuova generazione.
«La nuova Fiesta è un'auto dalle molte anime, perché siamo in grado di offrirla in molteplici versioni. Può essere sportiva, vestita da sportiva, sofisticata, di lusso e anche crossover. Per capirci: se uno mi chiede chi è il cliente tipo, non posso che rispondere “tutti”».

Partiamo dalla Active, che è l'allestimento crossover.
«Arriverà più tardi rispetto agli altri allestimenti e sarà la sola disponibile esclusivamente a cinque porte. È rialzata di quattro centimetri ed offre alcune soluzioni estetiche tipiche dei Suv. Quelli a cui piacciono questi modelli, hanno ora a disposizione una Fiesta su misura».

Poi c'è il lusso...
«Per la prima volta offriamo la Fiesta Vignale, sì. È la conferma della grande versatilità di questa auto».

La Fiesta sofisticata è la Titanium, mentre quella sportiveggiante è la ST Line.
«La ST Line è il “vestito sportivo” riservato anche a modelli che non abbiano motori potenti. Insomma, non obblighiamo ad acquistare un'auto con tanti cavalli solo per avere linee più dinamiche».

E poi c'è la sportivissima ST.
«Come la Active, anche quella arriverà un po' dopo le altre versioni».

Che auto è la nuova Fiesta?
«Quando arriverà, cioè in estate, sarà la compatta tecnologicamente più avanzata del mercato. Su questo modello abbiamo trasferito tecnologie e funzioni che uno non si aspetta di trovare su auto dei segmenti superiori».

La sicurezza prima di tutto, insomma.
«Monta fino a due telecamere, tre radar e dodici sensori per controllo a trecentosessanta gradi attorno alla vettura e per centotrenta metri davanti».

Con il lancio della nuova Fiesta e quello di EcoSport rinnovate l'offerta nello strategico segmento B nel giro di poco più di un anno.
«Abbiamo cominciato nel 2016 con Ka+ e finiremo con EcoSport all'inizio del 2018. Il ruolo di Ka+ sarà chiaro dopo il debutto della nuova Fiesta, perché erediterà il ruolo del modello uscente, anche come posizionamento di prezzo».
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 8 Marzo 2017, 15:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Un flash della recente storia italiana attraverso la storia della Piaggio. Al pari di altre grandi aziende come Fiat e Pirelli, la società di Pontedera ha legato la sua evoluzione e i suoi...
Toyota al salone di Ginevra 2017. Intervista ad Andrea Carlucci
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
NUOVE REGOLE UE
Due seggiolini con lo schienale
ROMA - “Ad oggi non è prevista alcuna sanzione per chi continuerà a usare i...
SICUREZZA AL VOLANTE
Il manichino big size
ROMA - Anche i crash test dummies, i manichini usati per provare la sicurezza dei veicoli, si...
TEST AUSTRALIA
Maverick Vinales domina anche la terza giornata di test in Australia
PHILLIP ISLAND - Maverick Vinales ha dominato anche il terzo giorno di test della Motogp sul...
IL NUOVO GIOIELLO
La Ferrari SF70H
MARANELLO - Si chiama SF 70 H, dove la h sta per la motorizzazione Hybrid, la Ferrari che...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003