Berline e dintorni, al salone di Parigi 2016 torna il fascino del classico

di Giampiero Bottino
PARIGI - Nonostante l’ampio spazio dedicato ai temi del futuro, dalla mobilità sostenibile alla guida autonoma e connessa, nonostante molti costruttori siano concentrati sul sempre più florido mercato dei Suv, anche le automobili “normali” hanno trovato a Parigi una grande visibilità. Ricca e variegata, per esempio, la rappresentanza delle piccole che rappresentano la fetta più corposa (quasi il 59%) del mercato italiano. Tra le protagoniste della rassegna, per esempio, un posto di primo piano spetta senz’altro alla nuova Citroën C3, rivoluzionata nello stile e nei contenuti, che spesso rientrano tra quelli non facili da trovare nel segmento di competenza.
 
 


Analogo il percorso seguito dalla Nissan Micra, che approda alla quinta generazione con un look drasticamente diverso, molto più aggressivo e un temperamento sportivo che sembra seguire una nuova rotta, più orientata verso il pubblico maschile. In questa fascia di mercato si sono rivelati molto attivi i coreani. Hyundai ha proposto la rinnovata i10, Kia risponde con la nuova generazione della Rio, il suo modello più diffuso. Dai segmenti portanti del mercato italiano a quello più “pesante” del mercato europeo, quel segmento C storicamente dominato dall’inattaccabile Golf, ma sempre ricco di “damigelle” che aspirano a ritagliarsi un ruolo da protagoniste.

In questa fascia di mercato si inserisce la Honda Civic che, giunta alla decima generazione, è stata svelata a Parigi nella versione 5 porte/ 2 volumi, la preferita dai consumatori europei. Anche in questo caso lo stile rassicurante e privo di guizzi ha lasciato il posto a un look tutto grinta e aggressività, in una sorta di conversione alla sportività corroborata, sullo stesso stand, dal debutto, sia pure con l’etichetta di prototipo, della versione Type R ad alte prestazioni. Nello stesso segmento si schiera anche la nuova generazione della i30, berlina compatta Hyundai migliorata ma non stravolta nell’aspetto, progettata, sviluppata e prodotta in Europa con un occhio di riguardo per i gusti degli automobilisti europei. È quindi piacevole da vedere e da guidare, brillante e al tempo stesso rispettosa dell’ambiente. Anche in questo caso non manca il lato adrenalinico, rappresentato dalla RN30 Concept che con il look corsaiolo e 380 cv nel cofano, anticipa i contenuti della gamma sportiva “N”.

Salendo ancora di segmento, ecco una star italiana, la Giulia Veloce che ripropone l’appellativo attribuito a una mitica Giulietta di 60 anni fa, interpretando al meglio la storica sportività del Biscione me senza toccare i livelli estremi – di potenza e di prezzo – della super performante Quadrifoglio da 510 cv.
La performante berlina del Biscione rappresenta un’eccellente introduzione al mondo premium, rappresentato più che degnamente a questa edizione del Mondial parigino.

Protagonisti, ovviamente, i soliti noti che citiamo in rigoroso ordine alfabetico. Audi ha svelato le versioni Sportback (coupé a 5 porte) della nuova A5 e della sua declinazione ad alte prestazioni S5 da 354 cv. Riflettori puntati sulle performance – e che performance – anche nel caso della più compatta RS3 Sedan, è la prima A3 a tre volumi a esibire la prestigiosa sigla grazie ai 400 cv che scalpitano nel cofano. Bmw rinnova la Serie 3 Gran Turismo reduce da alcuni affinamenti stilistici che ne hanno migliorato il look ed equipaggiata con motori inediti che abbinano le potenze più elevate con più bassi livelli di consumi ed emissioni. Infine nel mondo davvero rarefatto – causa l’assenza di quasi tutti i protagonisti del settore – delle supercar più esclusive, c’è un nome solo al comando: Ferrari. Che ha conquistato Parigi con la straordinaria accoppiata costituita dalla LaFerrari Aperta, versione con tetto asportabile tipo targa del bolide ibrido da 983 cv, e dalla Gtc4 Lusso T con motore V8 da 610 cv, 4 posti e 4 ruote motrici.
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 2 Novembre 2016, 19:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003