Il Yamaha Tricity 300 Max

Yamaha, non solo città: il Tricity 300 diventa Max. Il tre ruote più potente della famiglia

di Antonino Pane
  • condividi l'articolo

ROMA - Tricity diventa Max. Arriva nelle concessionarie Yamaha nuovo il Tricity 300, il tre ruote con il motore più potente della famiglia. Meccanica supercollaudata nelle versioni da 125 e 155 cc, motore che è l’orgoglio della famiglia Yamaha, il nuovo Blue Core da 28 cavalli che già equipaggia l’Xmax 300. Anche il telaio deriva da quello dell’Xmax 300: leggero e resistente alle torsioni trova un alleato ideale nella sospensione anteriore di tipo LMW (Leaning Multi Wheel).

In pratica la stessa che già equipaggia i Tricity 125 e 155 e anche la Niken, la supermoto con tre ruote. Sul nuovo Tricity 300 la Yamaha ha introdotto di serie la Smart Key e il controllo di trazione. Molto atteso ed efficace anche il nuovo sistema Standing Assist che blocca il rollio delle ruote anteriori. Un dispositivo la cui utilità è efficacissima al parcheggio e al semaforo perché consente di stare sereni senza appoggiare i piedi a terra. Yamaha con il nuovo Tricity 300 accentua la presenza del marchio nel segmento della mobilità urbana.
Con un motore più potente, però, offre la possibilità di un utilizzo su percorsi più lunghi. E per questo uso è particolarmente utile il capiente il vano sotto sella: entrano comodamente, senza incastri, due caschi integrali. Lo scomparto è illuminato da una luce a Led interna. Tra le altre caratteristiche la strumentazione Lcd di lettura immediata e, molto utile nel parcheggio in salita o in discesa, il freno di stazionamento.

Ma torniamo alla gestione delle due ruote anteriori. Il Yamaha Leaning Multi Wheel offre una guida sicura e, allo stesso tempo, sportiveggiante. Le due ruote esaltano al massimo la potenza del motore e la marcata potenza frenante del sistema. Un impianto articolato su freni a disco, di diametro maggiorato, su ogni ruota azionati dall’ Unified Braking System e Abs per un controllo superiore in frenata, su tutti i fondi.
Tra le caratteristiche messe in evidenza da Yamaha c’è anche il basso consumo di carburante e le ridotte emissioni. Il monocilindrico da 300 cc a 4 tempi e 4 valvole offre un’accelerazione decisa. Un risultato esaltato dal leggero telaio e da una distribuzione dei pesi anteriore-posteriore 50/50 col pilota in sella. Un elemento che, insieme alla geometria dello sterzo che è stata ottimizzata, contribuisce a cambi di direzione puliti e immediati. 
I colori ruotano tutti intorno a varie sfumature di grigio. Il prezzo? Si parte da 7.999 euro.

  • condividi l'articolo
Venerdì 11 Settembre 2020 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2020 10:42 | © RIPRODUZIONE RISERVATA