Carburanti, da ottobre obbligo Ue per nuove etichette su veicoli e stazioni di rifornimento

Carburanti, da ottobre obbligo Ue per nuove etichette su veicoli e stazioni di rifornimento

  • condividi l'articolo

ROMA - Per la benzina sono circolari, per il diesel quadrate e per i combustibili gassosi a forma di rombo. Sono le nuove etichette carburante che a partire da ottobre dovranno essere apposte, nell'Unione Europea, sui nuovi veicoli e su tutte le pompe delle stazioni di rifornimento e di ricarica, conformemente allo standard definito nella norma EN 16942. Lo comunicano il una nota congiunta Anfia, Associazione nazionale filiera industria automobilistica, Confindustria Ancma (associazione che riunisce costruttori e principali importatori di veicoli a due ruote, tricicli, quadricicli oltre a componenti), Unione Petrolifera ed Assopetroli-Assoenergia.

In particolare, per consentire agli utenti di scegliere in maniera corretta il carburante adatto, l'Ue ha incaricato il Comitato Europeo di Normazione (Cen) di sviluppare un apposito standard sull'etichettatura armonizzata dei carburanti liquidi e gassosi. La direttiva richiede che le etichette vengano applicate sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 12 ottobre 2018. Le tipologie di veicoli interessati dalla norma sono: ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli; autovetture; veicoli commerciali leggeri e pesanti; autobus.

Sui veicoli le etichette si troveranno in prossimità del tappo o dello sportello del serbatoio e sul manuale d'uso e manutenzione. Per quanto riguarda la rete distributiva, le etichette compariranno sia sul distributore di carburante che sulla pistola della pompa di erogazione. L'applicazione vige in tutti i 28 Stati membri dell'Ue, nei Paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Lichtenstein, Norvegia), ma anche in Serbia, Macedonia, Svizzera e Turchia.

  • condividi l'articolo
Mercoledì 23 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 24-05-2018 11:21 | © RIPRODUZIONE RISERVATA