La Mercedes EQS

Mercedes, l'ammiraglia green. La nuova berlina è un concentrato di esclusività e tecnologia

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

La Stella è proiettata nel firmamento elettrico a velocità siderali. La conversione di Mercedes-Benz alla sfida della mobilità a zero emissioni sta procedendo speditamente non solo per effetto delle più stringenti normative ambientali comunitarie, ma anche sull’onda della crescente domanda che arriva dalla Cina. Il mercato del Celeste Impero, dove le autorità hanno aperto la strada all’elettrificazione con incentivi da un lato e sanzioni dall’altro, è un mercato più che strategico che vale volumi superiori a quelli che Mercedes-Benz contabilizza in Germania e Stati Uniti messi assieme.

La gamma interamente elettrica sarà di 7 modelli entro fine anno, quando arriverà anche la Eqb, il Suv che in 468 centimetri offre anche la terza fila di sedili per un totale di 7 posti. La piattaforma più moderna è naturalmente quella dell’ammiraglia Eqs, una vettura che definire di lusso è probabilmente riduttivo. Si tratta del primo modello sviluppato sulla nuova piattaforma Eva, acronimo di Electric Vehicle Architecture. La Eqs supera i 520 centimetri di lunghezza e ha un passo di oltre 320. Futuristica in ogni senso, l’ammiraglia della casa tedesca non costringe nemmeno i clienti più esigenti a scendere a compromessi.

Tanto per cominciare perché la potenza delle due motorizzazioni è di 333 o 523 cavalli (568 e 855 impressionanti Nm di coppia) e poi perché l’autonomia può raggiungere i 770 chilometri nella variante 450+. Mercedes-Benz ha adottato sulla Eqs una batteria da 107,8 kWh. L’architettura Eva è quella che anticipa il domani e verrà impiegata per le vetture di segmento superiore. Per i modelli più compatti, attualmente sviluppati sulla piattaforma flessibile, il domani si chiamerà invece Mma, Mercedes Modular Architecture. Con il nuovo e avanzato pianale verrà rinnovato anche il resto della gamma. A cominciare dalla Eqa, la più “piccola” - si fa per dire visto che misura oltre 4,46 metri di lunghezza – delle auto elettriche con la Stella. Sul mercato ci sono già anche la Eqv, la monovolume a 8 posti da 418 chilometri di autonomia disponibile sia a passo corto (5,14 metri di lunghezza) sia a passo lungo (5,37), e la Eqc. Nel 2019, il fuoriclasse italiano del tennis Matteo Berrettini, era stato il primo italiano a possedere il suv da 4,76 metri di lunghezza e 410 chilometri di percorrenza con un solo pieno di energia.

L’offensiva ecologica della casa con la Stella ha riguardato anche i veicoli commerciali. Tanto che adesso sono a listino sia l’e-Vito sia l’e-Sprinter, consentendo anche ai professionisti del trasporto e della logistica di spostarsi a zero emissioni nei centri urbani e non solo. Nessun marchio ha una gamma a zero emissioni così ampia, nemmeno il pioniere californiano delle auto elettriche. I numeri danno ragione a Mercedes-Benz. Nel corso del 2020 la gamma elettrificata della divisione Cars (5 auto elettriche e 20 plug-in) ha inciso sui volumi globali con una percentuale a una cifra. Già nel primo trimestre di quest’anno ha raggiunto il 10% a livello mondiale e addirittura il 25% in Europa. 

In termini assoluti significa quasi 60.000 auto a batteria di cui 16.000 completamente elettriche. E il numero uno di Daimler, lo svedese Ola Källenius, il primo Ceo non tedesco della casa di Stoccarda, è decisamente ottimista, nonostante la carenza di semiconduttori. Del resto, anche i modelli plug-in hanno qualcosa in più da offrire, come ad esempio la percorrenza attorno ai 100 chilometri a zero emissioni, un valore decisamente superiore a quello medio della concorrenza. Con l’avvento delle due nuove piattaforma, l’offerta di Mercedes-Benz aumenterà progressivamente fino a raggiungere quota 20 nel 2030 (nel 2025 saranno 10, quando le plug-in saranno già 25). A differenza di altri costruttori, Daimler non ha annunciato date vincolanti per l’addio ai motori a combustione, anche se Källenius ha confermato la neutralità carbonica con il 2039, ossia 11 anni prima dell’accordo di Parigi.

  • condividi l'articolo
Martedì 22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento: 07-07-2021 10:43 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti