Continua sicura la corsa di Hyundai: le vendite in Italia al primato assoluto

di Giampiero Bottino
MILANO - Bastano pochi numeri, quelli che quantificano l'andamento recente delle vendite, per testimoniare dell'escalation Hyundai sul mercato italiano: le 43.000 unità consegnate nel 2014 sono diventate 47.000 l'anno successivo per poi sfondare, nel corso dell'anno appena concluso, il muro delle 56.000 immatricolazioni, con un incremento che rispetto al 2015 ha sfiorato il 19%. Un tasso di crescita superiore al 15,8% che ha caratterizzato il mercato italiano totale e che si è tradotto in un lieve aumento della quota di mercato, passata dal 3 al 3,1%.

Un passo sostenuto che Andrea Crespi, managing director di Hyundai Motor Company Italy, attribuisce alla «bontà della strategia perseguita in questi anni, focalizzata sul forte impegno in termini di R&S e sulla qualità del prodotto, con un design che ha caratterizzato l’immagine del marchio». Un design, aggiungiamo noi, che ha assunto connotati stilistici sempre più vicini ai gusti europei sotto l'impulso di Peter Schreyer, il designer ex Audi giunto a Seul come responsabile del design Kia (con la qualifica di President mai attribuita prima a un non coreano) e successivamente promosso alla supervisione stilistica dell'intero gruppo di cui Hyundai è capofila.

Il termini di prodotto, il record stabilito l'anno scorso è il logico frutto di una gamma giovae e completa, che alla gradevole coerenza stilistica aggiunge contenuti qualitativi elevati e un bagaglio tecnologico all'altezza della concorrenza più qualificata. La performance più significativa è quella registrata dal Tucson, Suv di segmento C le cui vendite sono aumentate del 58,9% arrivando a sfiorare le 23.000 unità che collocano questo modello al vertice delle preferenze della clientela italiana.

Sul secondo gradino del podio Hyundai troviamo la piccola i10 che, pur essendo nell'imminenza di un robusto face lifting previsto per quest'anno, ha migliorato del 7,5% le performance del 2015, conquistando 1.000 clienti in più, chiudendo l'anno a 13.433 nuove targhe e precedendo la più grande i20 che ha superato le 11.000 consegne grazie soprattutto al contributo della versione Login.

A fare del 2016 un anno storico per Hyundai non c'è soltanto il primato assoluto delle vendite nel nostro Paese, ma anche l'esordio della gamma Ioniq. La rivoluzione elettrica del brand coreano ha la sau bandiera in questa vettura, la prima al mondo a offrire l'alternativa fra tre diverse alternative dell'elettrificazione: ibrida standard, ibrida plug-in ricaricabile dalla rete elettrica domestica, elettrica pura. Alla Ioniq Hybrid, già presente nel listino italiano a partire da 24.900 euro, sta per aggiungersi l'elettrica pura, mentre a completare la famiglia c'è la ibrida plug-in attesa a primavera 2017.
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Mercoledì 11 Gennaio 2017, 18:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Comunque vada sarà un successo. Due vittorie in tre gare e un ottimo secondo posto. Vettel guida dall’inizio il Mondiale Piloti ed ora la Ferrari è in testa anche in quello...
La concept car Renault R.S. 2027 Vision esplora il futuro della Formula 1
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RIVOLUZIONE
Le retromarce, l'inversione di marcia, i posteggi e le uscite dalle aree di parcheggio, ma...
OCCHIO ALLA BICI
Ciclisti in strada
ROMA - Novità sostanziose in vista per gli amanti delle due ruote senza motore e...
AVVIO INASPETTATO
Thierry Neuville (Hyundai) ha vinto il tour de Corse
AJACCIO – Difficile immaginare un avvio più intrigante: con il successo di Thierry...
WTCC
Tiago Monteiro
MARRAKECH – Il fine settimana inaugurale (dopo le prove generali di Monza) del FIA World...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003