Pininfarina cala due assi: la super car Fittipaldi EF7 Vision GT e la berlina di lusso H600

GINEVRA - C'è soddisfazione allo stand Pininfarina del Salone di Ginevra per i consensi di critica raccolti nelle due giornate stampa dalle due novità mondiali esposte, la supersportiva Fittipaldi EF7 Vision Gran Turismo e il concept di berlina di lusso ibrida H600. Due vetture apparentemente diverse che mostrano la stessa abilità della firma torinese nel progettare macchine di alto livello.

La prima è una supercar da pista, ideata per il campione mondiale di F1 Emerson Fittipaldi, che sarà prodotta in serie limitata. La seconda è una fuoriserie di lusso a propulsione elettrica con range extender a turbina, realizzata per Hybrid Kinetic Group, società quotata alla borsa di Hong Kong e specializzata nel business delle auto elettriche.

Nel dettaglio, la EF7, sviluppata dalla Pininfarina con i tedeschi della HWA, specialisti in tecnologia per le competizioni, è una sportiva ultraleggera tutta in fibra di carbonio, che deve la seconda parte del suo nome al fatto che potrà essere guidata dagli appassionati di videogiochi nel titolo Gran Turismo per Playstation.

La H600, invece, ha i suoi principali fattori di appeal nell'alimentazione ecosostenibile e nell'abitacolo impostato come una lounge, con uno spazio posteriore che è superiore a quello offerto dai modelli convenzionali dello stesso segmento. Le superfici interne coperte in parte da pelle, presentano qualità e finiture da haute couture, con cuciture color rame in contrasto con la tinta cacao. Da notare, poi, l'esteso utilizzo del legno impiallacciato, per esempio per le scocche dei sedili.

In relazione al primo progetto, Paolo Pininfarina, presidente dell'azienda torinese, ha sottolineato: «Lavorare con Emerson per creare la EF7 è stata un'esperienza profonda. Dalla nostra comune passione per le auto è scaturita l'idea di una vettura straordinaria che racchiude in sé l'essenza di Pininfarina in termini di stile e innovazione, la lunga esperienza di Emerson e l'abilità tecnica di HWA. Un dream team che ha saputo trasformare il sogno in una vettura pronta per essere guidata su pista».

In merito alla berlina di lusso, l'AD Silvio Pietro Angori ha dichiarato: «Pininfarina ha sempre avuto la mobilità sostenibile nel proprio DNA. Con la H600 risponde ancora una volta all'esigenza delle emissioni zero, più che mai sentita nel mercato di provenienza di Hybrid Kinetic Group, la Cina. Nell'ottica di una relazione solida e di lungo termine, la H600 è anche la visione coerente di una gamma futura di vetture che Pininfarina sta sviluppando per Hybrid Kinetic Group. Questo accordo - ha concluso Angori - conferma la preminenza della nostra azienda nel mondo del design automobilistico, dell'ingegneria e della produzione di serie limitate in un momento di grande cambiamenti nel mondo dell'auto».
 
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Sabato 11 Marzo 2017, 17:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
70 anni Ferrari nella Cavalcade classiche 2017
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003