Kia Picanto, l'evoluzione continua: si rinnova nel design e punta su dotazioni più complete

di Giampiero Bottino
BARCELLONA - Piccole auto crescono. Non tanto in dimensioni, quanto in contenuti tecnologici. La terza generazione della Kia Picanto ne offre una dimostrazione inoppugnabile: stessa lunghezza del modello di cui prende il posto (3.595 mm che ne sottolineano il ruolo di cittadina esemplare), ma con soluzioni fino a ieri sconosciute nel segmento base del mercato, che trovano l'espressione più facile da cogliere nei Led delle luci diurne e degli indicatori di direzione.
 
 


Alla nuova piattaforma la Picanto 3 deve il passo cresciuto di 15 mm (a 2.400 mm), a tutto vantaggio dell'abitabilità, soprattutto posteriore, e dello spazio a disposizione dei bagagli, il cui vano ha ora un volume di 255 litri, contro i 200 del modello precedente, che colloca la city car coreana ai vertici della categoria. Un primato enfatizzato dalla possibilità di estendere la capacità di carico fino a 1.010 abbattendo, con il semplice azionamento di un'unica leva, gli schienali dei sedili posteriori.

Grazie alla nuova architettura sono cambiate anche le proporzioni, che hanno conferito alla Picanto una presenza su strada decisamente più importante, favorita dallo sbalzo anteriore accorciato di 25 mm mentre quello posteriore è cresciuto di 10, una combinazione che accentua la sensazione di dinamismo, offrendo nel contempo alle gambe e alla testa degli occupanti uno spazio superiore a qualsiasi concorrente.

Abbandonata con il cambio di generazione la carrozzeria a 3 porte, la Picanto dispone oggi di 5 porte e di altrettanti posti. L'attenzione al comfort e al benessere a bordo trova conferma in numerosi dettagli che vanno dal bracciolo anteriore che scorre di 55 mm ai sedili, ora più confortevoli nei lunghi viaggi grazie alla condivisione dei materiali e della struttura con i modelli più grandi, ammiraglia Optima compresa.

Sulle strade, a tratti strette e tortuose, che solcano le colline attorno a Barcellona gli interventi volti a migliorare il comportamento stradale hanno dimostrato la loro efficacia, esaltando ulteriormente l'agilità che della Picanto è sempre stata una delle carte vincenti. Ottima la tenuta di strada, più che adeguata la spinta fornita da entrambi i motori disponibili, i benzina aspirati 1.0 da 69 cavalli e 1.2 Mpi da 84 cv riservato alla Gt Line, la versione dal piglio sportivo che con la nuova Picanto diventa disponibile sull'intera gamma Kia.

I due propulsori, abbinati a un cambio manuale a 5 rapporti preciso anche se non sempre rapidissimo negli innesti, hanno confermato che quanto a piacere della guida la nuova Picanto ha fatto dei progressi evidenti. Se il secondo si è fatto preferire quanto a brillantezza, il “mille” ha offerto a nostro parere la migliore sintesi tra prestazioni, consumi e facilità d'uso. Il che, per una city car, è certamente un buon biglietto da visita. Nell'ultimo trimestre del 2017 arriverà il primo turbo nella storia della Picanto, il 3 cilindri 1.0 T-Gdi a benzina da 100 cv che abbiamo già avuto modo di apprezzare al volante della nuova Rio.

Ancor più evidenti dei progressi dinamici sono quelli registrati dagli equipaggiamenti elettronici che trovano l'espressione più emblematica nel display flottante da 7 pollici, ben leggibile in tutte le condizioni di luce, che consente di gestire la navigazione e, tramite Apple CarPlay e Android Auto, le funzionalità dei più diffusi smartphone. I quali possono essere ricaricati anche in modalità wireless se la vettura è equipaggiata con il relativo sistema opzionale. La frenata d'emergenza autonoma con le funzioni city e “interurban”, poi, è un dispositivo di assistenza alla guida che pochi modelli del segmento A possono vantare.

Sul mercato italiano la nuova Picanto, ufficialmente in vendita dal fine settimana dell'8-9 aprile, è proposta negli allestimenti City, Active e Cool i cui prezzi partono rispettivamente da 10.800, 11.300 e 12.500 euro, mentre la top d gamma GT Line ne costa 15.000. Chi fosse disposto a rinunciare all'aria condizionata sulla versione d'ingresso ha comunque diritto a uno sconto di 800 euro, che sommati all'ulteriore sconto di 1.500 euro garantito dall'offerta di lancio a chiunque ne compri una entro il 31 maggio, fa scendere a 8.500 euro il prezzo d'attacco effettivo in questo lasso di tempo. Nel medesimo periodo, chi acquista la già ricca versione Cool ha in omaggio il Techno Pack, che comprende il navigatore, la retrocamera e le luci diurne a Led, come gli indicatori di direzione. Innovativa, infine, l'offerta “Easy Kia” che per la Picanto GT Line prevede un acconto nell'ordine dei 3.000 euro e una rata fissa mensile di (e non “a partire da”) 100 euro per 36 mesi.
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Venerdì 31 Marzo 2017, 13:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Skoda Karoq, il Suv compatto che affianca il fratello maggiore Kodiaq
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003