Brendon Hartley

Hartley alla Geox Dragon, aumenta il numero degli ex piloti di F1 nel campionato elettrico

di Mattia Eccheli
  • condividi l'articolo

ROMA – Anche Brendon Hartley si gioca la carta elettrica. Con il suo ingaggio da parte del team Geox Dragon aumenta il numero degli ex piloti di Formula 1 e del World Enduranche Championship (Wec) che passano al circuito a zero emissioni. La guida kiwi ha alle spalle 25 GP con le monoposto stellari, ma, soprattutto, ha in bacheca due titoli iridati ed una 24h di Le Mans con la Porsche ibrida.

Il costruttore di Zuffenhausen, che esordisce ufficialmente in Formula E il prossimo novembre, aveva tuttavia già completato lo schieramento puntando su Neel Jani e André Lotterer. Fra i “pionieri” del campionato, il team californiano dallo sponsor italiano cerca un inevitabile riscatto dopo la deludente stagione scorsa archiviata al penultimo posto, senza nemmeno la soddisfazione di un podio.

Ancora non è stato annunciato il nome del secondo pilota. L'argentino Josè Maria Lopez ha un'opzione per il prossimo campionato, il sesto della Formula E, il più lungo (da novembre a luglio) ed affollato (12 team e 24 monoposto) di sempre, ma il suo futuro è incerto. Esattamente come lo è quello di Maximilian Gunther, che ha debuttato in modo convincente conquistando 20 punti. Il tedesco ha svolto dei test per la Bmw, che – almeno finora – non ha ancora reso noti i nomi dei due piloti per la stagione 2019/2020.

«La Formula E è completamente differente da ogni altra serie automobilistica nella quale io abbia mai gareggiato – ha osservato il giovane neozelandese, che nel circuito troverà il connazionale Micth Evans (Panasonic Jaguar) – ma spero che la mia esperienza nelle diverse classi di gestione energetica mi renda qualcosa e mi consenta di avere una buona partenza come debuttante». «Mi sono sempre piaciuti i circuiti cittadini e la Formula E dispone di alcuni dei più spettacolari che io abbia visto», ha aggiunto.

  • condividi l'articolo
Lunedì 26 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 16:48 | © RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti