Range Rover Velar, i segreti del design innovativo che cambia le regole nei Suv svelati alla Design Week

di Giampiero Bottino
MILANO - Il debutto mondiale della Range Rover Velar, celebrato in due tappe – anteprima a Londra, esordio pubblico al Salone di Ginevra – ha confermato che Gerry McGovern, direttore del design e responsabile creativo di Land Rover, non sbaglia un colpo. La fluidità di linee, l'equilibrio delle proporzioni e la filante silhouette della nuova Range, che si inserisce tra i modelli Evoque e Sport, dimostrano che anche tra i Suv – in genere poco propensi alle divagazioni creative – si può dire qualcosa di stilisticamente nuovo.
 
 


Ci sembra quindi logico che il marchio britannico abbia incentrato proprio sulla Velar la sua presenza alla Design Week milanese svoltasi in coincidenza con il Salone del Mobile e ormai diventata un evento di portata globale, che ogni anno richiama nel capoluogo lombardo da ogni parte del mondo folle di appassionati e di addetti ai lavori.

Proprio questi ultimi, presenti numerosi al “vernissage” dell'allestimento realizzato nel Palazzo della Permanente (prestigiosa cornice saggiamente estranea alla calca asfissiante che assedia gli 11 distretti in cui sono distribuiti gli oltre mille eventi fuorisalone), hanno certificato la bontà della scelta, esprimendo – come ha fatto Fabrizio Giugiaro, dicendosi particolarmente colpito dall'assoluta “pulizia” della plancia – un convinto apprezzamento per le scelte stilistiche, innovative e anticonvenzionali, che dal team di McGovern ha sviluppato la vettura.

L'allestimento che ha fatto da cornice all'evento era finalizzato a creare un'esperienza multisensoriale, non a caso intitolata «The way to essential» in coerenza con la tendenza al “riduzionismo” al quale si ispira l'architettura della Velar, come hanno spiegato nel corso del talk show affidato a Elena e Giulia Sella, le gemelle fondatrici dello studio DesignByGemini, i due membri del team di McGovern giunti dall'Inghilterra, colleghi di lavoro e compagni nella vita: lui, Massimo Frascella, italiano, è responsabile del design degli esterni Land Rover; lei, Amy Frascella, americana, è sua moglie nonché Chief designer dei materiali e dei colori.

Nel corso della serata è stato anche presentato il progetto europeo #inspiredbyVelar, nel quale Land Rover ha voluto coinvolgere alcuni designer emergenti – del segno del connubio tra design e tecnologia – impegnandoli nella realizzazione di pezzi unici ispirati alla nuova Range, quarto prodotto del sub brand di lusso. I giovani professionisti che hanno accettato la sfida sono l’italiano Luca Nichetto, la francese Victoria Willmotte, lo spagnolo Victor Castanera, i tedeschi Sebastian Scherer e Piet Boon.
 
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
Giovedì 6 Aprile 2017, 16:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
CERCA UN ARTICOLO
Sezione
Parola chiave
   
MILLERUOTE
di Giorgio Ursicino
Ci sono alcune priorità inderogabili che, soprattutto per il nostro Paese, dovrebbero essere degli autentici punti di riferimento. Vogliamo parlare delle riforme? O dell’evasione...
Ferrari Day, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia va in scena la passione per il Cavallino
SEGUICI su facebook
TUTTOMERCATO
LA RICOSTRUZIONE
Daniele Maver presidente di JaguarLandRover Italia taglia il nastro del'inaugurazione del
AMATRICE - Un fiore di primavera. Una gemma. Fra le tristi macerie di quello che fino...
LA CLASSIFICA
PARIGI – Non è per niente un bel primato quello che la Fondazione Vinci Autoroutes...
IL PROGETTO
Chase Carey, nuovo Ceo del circus dopo l'acquisto di Liberty Media
BERLINO - Il nuovo capo della Formula Uno, Chase Carey, sta cercando di inserire nel calendario del...
DIVERTENTE
La Mini Challenge
MILANO - Parte da Imola l'avventura del Mini Challenge 2017. È Il sesto appuntamento...
LE ULTIME PROVE
CALTAGIRONE EDITORE | IL MESSAGGERO | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI   |   PRIVACY
© 2017 IL MATTINO - C.F. 01136950639 - P. IVA 05317851003